Come puoi pulire i piatti in ardesia?
I piatti in ardesia rappresentano un originale modo di servire tutte le portate, dagli aperitivi al dessert.

Utilizzati da numerosi  chef per servire le proprie preparazioni direttamente sulla pietra, sono diventate di moda anche in casa per una perfetta combinazione di gusto e stile.

Una delle caratteristiche fondamentali dell’ardesia è quella di essere un materiale assolutamente atossico e resistente: questo consente di utilizzare i piatti di ardesia dal momento della cottura – anche ad alte temperature – fino alla fase finale della conservazione in frigorifero, senza dimenticare ovviamente il momento dell’impiattamento.

Questa fantastica tenuta del calore, inoltre, vi consentirà di portare subito in tavola le vostre pietanze mantenendo la temperatura. Insomma, uno strumento estremamente trasversale che troverete in numerose forme e dimensioni: lastre rettangolari o quadrate con finiture lisce o grezze, ma anche forme circolari e stondate.

Nonostante l’ardesia sia un materiale altamente resistente, è particolarmente sensibile ai graffi e ai logoramenti da spugne abrasive. E’ necessario quindi adottare alcuni accorgimenti nella cura e pulizia di questi piatti per evitare che le superfici possano rigarsi o perdere colore.

Di seguito riportiamo alcune indicazioni su come pulire i piatti in ardesia:

Che cos’è l’ardesia?

L’ardesia è una roccia calacareo-argillosa di origine sedimentaria, sensibile a detergenti a base acida che potrebbero rovinarla o  nel tempo corroderne la superficie.

Come pulire i piatti in ardesia quindi?

Evita sempre l’impiego di spugne abrasive che potrebbero rigare la superficie del piatto.

Per conservare al meglio i vostri piatti, dovrete prestare una certa attenzione alla fase della pulizia, evitando i lavaggi in lavastoviglie e detergenti a base acida che potrebbero corroderne nel tempo la superficie.

Meglio, quindi, prediligere saponi delicati – come quello di Marsiglia – o soluzioni a base di bicarbonato da utilizzare con spugnette non abrasive e acqua tiepida. Ricordatevi, inoltre, di non abbondare con la quantità di sapone, diluendolo in acqua, e di risciacquare con cura. Una volta che i piatti saranno ben asciutti, sistemateli con delicatezza uno sopra l’altro alternandoli con un panno pulito di stoffa per evitare che si graffino tra loro.

Quali piatti scegliere?

Ecco un elenco di piatti in ardesia che abiamo provato e con i quali ci siamo trovati bene!

  • MALACASA, Serie Nature.Slate, Sei di 8 Pezzi in Ardesia Naturale Pietra Rettangolare (18€ ACQUISTA)
  • Set sottobicchieri in ardesia 100% naturale con supporto in bambù, 10×10 (19.99€ ACQUISTA)