AutoreDavide Pirelli
ValutazioneDifficoltàFacile

Il coniglio alla Ligure accosta la carne delicata e dolce del coniglio col sapore amarognolo delle olive nere taggiasche, l’aroma del vino locale e la croccantezza dei pinoli.

Come suggerisce il nome, il coniglio alla Ligure è un secondo piatto tipico della Liguria, e più precisamente del Ponente Ligure. Tuttavia, è ormai diffuso in tutto il territorio nazionale, con numerose varianti locali.

La creazione di questo piatto in Liguria è facilmente spiegabile. Infatti, fin dall’antichità la regione era ricca di allevamenti di conigli che ne favorivano il sostentamento. In particolare, Savona ed Imperia sono le province dove il coniglio alla Ligure viene preparato a regola d’arte, vista la grande tradizione di allevamento perpetuata da secoli e giunta fino ad oggi.

Lo sapevi? La carne di coniglio è una delle più digeribili! Leggi le 10 curiosità sul coniglio.

La ricetta

Porzioni2 porzione
Preparazione10 minCottura1 hTotale1 h 10 min

1

Per preparare un ottimo coniglio alla Ligure iniziate preparando tutti gli ingredienti necessari: tritate finemente la cipolla, pesate pinoli e olive taggiasche, pulite e tagliate il coniglio (se non l'ha già fatto il vostro macellaio di fiducia).

2

In una padella capiente o in un Wok scaldate un filo di olio EVO, aggiungete il coniglio in pezzi e fatelo rosolare a fuoco vivace, girandolo spesso.
Dopo un paio di minuti, aggiungete il rosmarino e la cipolla tritata, salate il coniglio e lasciate cuocere ancora per qualche minuto.
Aggiungete quindi il vino bianco, fatelo evaporare per pochi minuti, poi abbassate il fuoco e coprite con un coperchio. Fate cuocere a fuoco basso per 40 minuti, ricordandovi di bagnare spesso la carne con il fondo di cottura o, se necessario, con dell'acqua o del brodo caldi.

3

Nel frattempo, scaldate una pentola antiaderente e tostate i pinoli per circa 5 minuti a fuoco medio. Togliete i pinoli dal fuoco non appena assumeranno un colorito ambrato.

4

Trascorsi i 40 minuti di cottura, unite i pinoli tostati e le olive taggiasche al coniglio, alzate il fuoco e fate cuocere senza coperchio per altri 10 minuti.
Passati i 10 minuti, spegnete il fuoco, aggiustate di sale e impiattate!

Consigli e idee:

CategoriaMetodo di cottura

Ingredienti

Passaggi

1

Per preparare un ottimo coniglio alla Ligure iniziate preparando tutti gli ingredienti necessari: tritate finemente la cipolla, pesate pinoli e olive taggiasche, pulite e tagliate il coniglio (se non l'ha già fatto il vostro macellaio di fiducia).

2

In una padella capiente o in un Wok scaldate un filo di olio EVO, aggiungete il coniglio in pezzi e fatelo rosolare a fuoco vivace, girandolo spesso.
Dopo un paio di minuti, aggiungete il rosmarino e la cipolla tritata, salate il coniglio e lasciate cuocere ancora per qualche minuto.
Aggiungete quindi il vino bianco, fatelo evaporare per pochi minuti, poi abbassate il fuoco e coprite con un coperchio. Fate cuocere a fuoco basso per 40 minuti, ricordandovi di bagnare spesso la carne con il fondo di cottura o, se necessario, con dell'acqua o del brodo caldi.

3

Nel frattempo, scaldate una pentola antiaderente e tostate i pinoli per circa 5 minuti a fuoco medio. Togliete i pinoli dal fuoco non appena assumeranno un colorito ambrato.

4

Trascorsi i 40 minuti di cottura, unite i pinoli tostati e le olive taggiasche al coniglio, alzate il fuoco e fate cuocere senza coperchio per altri 10 minuti.
Passati i 10 minuti, spegnete il fuoco, aggiustate di sale e impiattate!

Coniglio alla ligure